UNA METAFORA IMPIETOSA #IVVIEDITORE #LANIMANONSIARRENDE

“Mi sforzo stupidamente di ricordare il giorno in cui quelle maledette lancette si siano fermate, quasi a voler dimostrare di aver sempre mantenuto il contatto con le cose di tutti i giorni, come se volessi giustificami di fronte alla mia coscienza che impietosamente mi chiede il conto. Non ricordo, nonostante i miei sforzi, non riesco a far emergere un’immagine, un istante in cui mi sia soffermato a guardare quelle lancette che diventano improvvisamente determinanti: rappresentano la metafora della storia fra me e Sabrina che ha rallentato ogni giorno fino a fermarsi senza che me ne accorgessi”

Proseguiamo il viaggio iniziato con

QUESTO POST

fra le pagine de “L’anima non si arrende” e scopriamo questa metafora che spalanca gli occhi al protagonista Matteo. Le lancette dell’orologio si sono lentamente fermate, come lentamente la sua storia con Sabrina è sfumata fra l’indifferenza e la noia di chi è convinto che tutto gli è dovuto.

Questa metafora dovrebbe farci riflettere sulle mille cose a cui diamo troppo peso, lasciando che quelle invece più importanti ci sfuggano di mano. Purtroppo, molto spesso, solo quando qualcosa è persa per sempre, ne apprezziamo il valore. 

Matteo saprà recuperare la sua storia con Sabrina? O sarà costretto a lasciarla andare al suo destino?

Una sfida, la più importante lo attende. Il  puzzle della sua vita è incompleto, ma qualcosa sta per accadere, qualcosa che lo porterà a capire il passato e a vedere il futuro con occhi diversi…

Vi aspetto al prossimo Post!

Marco

L’ANIMA NON SI ARRENDE…PRESTO IN LIBRERIA:

LEGGI QUI

 

IMG_20220107_181340

 

VISITA ANCHE LA MIA AMAZON AUTHOR PAGE

logo-definitivo-25-08-22-3

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...